« Back to Glossary Index

Il montaggio delle attrazioni è la celebre teoria di montaggio elaborata da Sergej Ejzenštein:

L’attrazione è per noi, qualsiasi fatto presentato (azione, oggetto, fenomeno, combinazione consapevole etc.) noto e verificato, inteso come impulso che esercita un determinato effetto sull’attenzione e l’emozione dello spettatore, e che connesso con altri fatti. è capace di orientare l’emozione dello spettatore in una determinata direzione indicata al fine che lo spettacolo si propone (1)Sergej M. Ejzenstejn, Il montaggio, Marsilio, Venezia 1986.

Per attrazione dunque, Ėjzenštejn , intendeva qualsiasi elemento (grafico, filmico, in seguito anche sonoro) che potesse attrarre lo spettatore stimolarne la riflessione. Questa teoria venne applicata da Ėjzenštejn sia nel cinema che nel teatro e con l’avvento del sonoro, il regista l’adattò alla nuova tecnologia.

Note

Note
1 Sergej M. Ejzenstejn, Il montaggio, Marsilio, Venezia 1986.
« torna all'indice