« Back to Glossary Index

Joris Ivens (n. 1898, Nimega, Paesi Bassi – m. 1989, Parigi, Francia) è un regista, documentarista olandese. Nei primi anni della sua infanzia, il padre crea la CAPI, ovvero una società di distribuzione di prodotti fotografici che permette al piccolo Ivens di avvicinarsi al mondo della cinematografia e, destinato ad ereditare l’attività del genitore, di studiare in Germania dove porterà a termine il suo avviamento professionale nell’azienda Zeiss. Tornato in Olanda, negli anni ’20 crea il primo cineclub olandese e tenta la strada della regia documentaristica: nel 1928 gira De brug (Il ponte) e nel 1929 Regen (Pioggia), film che lo portano ad occupare di diritto un posto nell’avanguardia cinematografica. Negli anni ’30 comincia a girare documentari dal forte impatto politico e sociale: in Unione Sovietica filma lo sciopero dei lavoratori nelle miniere di carbone in Borinage (Borinage 1933), e negli Stati Uniti Terra di Spagna (1937), un docu-film di dichiarata impronta antifascista scritto a a quattro mani da Ernest Hemingway e John Dos Passos Fino alla sua morte, Ivens continuerà ad intererssarsi di tutto quello che riguarda la lotta e il lavoro della classe operaia, diventando così uno dei più importanti maestri del cinema documentaristico.

« torna all'indice