« Back to Glossary Index

Dziga Vertov (David Abelevič Kaufman/Denis Arkad´evič Kaufman n. 1896, Białystok, Polonia – m. 1954, Mosca, Russia) è un regista russo. Dopo aver iniziato a studiare medicina, Vertov si dedica ad alcuni esperimenti volti ad indagare la riproducibilità dei suoni ed in seguito passa a lavorare come operatore per il cinegiornale; nel 1922 crea il suo proprio cinegiornale, Kinopravda. La produzione di Vertov si comporrà principalmente di documentari: convinto costruttivista, egli intende il montaggio come principio generatore ed organizzatore dell’opera filmica. Diversamente da Pudovkin o Ejzenštein, Vertov non si serve del montaggio per costruire sensi metaforici e, raccogliendo immagini con il suo cineocchio, Vertov le monterà secondo precisi calcoli aritmetici e chiare geometrie; il montaggio è il ritmo stesso del film e, nell’accostare un’inquadratura all’altra, gli oggetti ripresi acquisiscono nuovi significati. Nel 1929 Vertov gira Chelovek s kino-apparatom (L’uomo con la macchina da presa), film che racchiude tutte le sue teorie sul cinema.

« torna all'indice